Qualita Croce Blu Italia
Home Page  |  Recapiti  
Formazione
Formazione
"Il fare è il miglior modo di imparare"
Giacomo Leopardi, Epistolario (postumo, 1860)


FORMAZIONE RIVOLTA AL NOSTRO PERSONALE

Il personale che presta servizio sulle ambulanze della Croce Blu Italia è formato e certificato secondo lo Standard Formativo emanato dalla Regione Piemonte.

I volontari ed i dipendenti, per poter prestare servizio in ambulanza, frequentano un corso teorico-pratico di 50 ore con esame finale e frequentano un tirocinio pratico protetto di 100 ore in ambulanza, in affiancamento a personale con esperienza, con funzione di tutor.

Al termine di questo iter formativo, il discente consegue la certificazione regionale, denominata “Allegato A per il Volontario Soccorritore 118”. Il titolo abilita a svolgere servizio di emergenza-urgenza sulle ambulanze di base convenzionate con il 118 ed è valido su tutto il territorio della Regione Piemonte.

Tutto il personale già certificato viene sottoposto con cadenza periodica a corsi di aggiornamento dell’Allegato A, da parte del nostro staff formativo.

Inoltre il personale che viene impiegato per le assistenze alle competizioni automobilistiche, ha frequentato i corsi di estricazione da vetture da competizione, tenuti da ACI-CSAI all’autodromo di Monza.

Il nostro Coordinatore per la Formazione che, in collaborazione con la Centrale Operativa 118 territoriale di riferimento, si occupa dell’organizzazione, della gestione e della docenza dei Corsi “Allegato A” che si svolgono in Croce Blu Italia è Ernesto Callegari.

Ernesto, oltre ad essere Volontario Soccorritore con Allegato A presso la nostra associazione dal 1999, è anche istruttore regionale volontario 118, ed ha prestato servizio al 118 di Vercelli su MSA e Delta; ora è il Referente Logistico del 118 di Vercelli.

Di seguito riportiamo la sua testimonianza riguardo i primi corsi di formazione del personale nella nostra associazione

Storia di un “Allegato A”

"Dopo la scissione dalla Croce Bianca del Canavese il nuovo gruppo, che era formato da Volontari già “esperti” ed alcuni nuovi, ebbe la necessità di un aggiornamento sulle tecniche di soccorso. Come ben si sa prima dell'avvento del 118 ogni associazione provvedeva ad una formazione interna molto personalizzata, solo pochissime linee guida erano comuni a tutti, così il dott. Roberto Miceli, medico del 118 Vercelli, che ai tempi ricopriva la carica di Direttore Sanitario dell'Associazione, mi propose una collaborazione per la stesura di un testo che sopperisse alle carenze, ma soprattutto che fosse uguale per tutti. Il DGR 217 del 95 indicava le linee guida da percorrere per il corso di Volontario Soccorritore 118 Regione Piemonte, ma non era ancora stato redatto un testo vero e proprio così, con il dott. Miceli e la collaborazione di alcuni Volontari, ci siamo proposti di redigere un testo in linea con i canoni regionali ed, argomento per argomento, si scrisse quello che fu il primo testo dell'associazione P.A. Volontari del Soccorso Valle Elvo. Ne uscì un libro bello corposo, perché il dott. Miceli fu intransigente su alcuni argomenti e su alcune tecniche pratiche di mobilizzazione del paziente, ne seguì immediatamente un primo corso che contava una ventina di iscritti, all'esame finale erano presenti il Direttore del 118 di Biella dott. Claudio Martina ed il dott. Stefano Rovetti, medico del 118 di Biella. Tutti i discenti passarono l'esame con grande soddisfazione, il testo fu in seguito aggiornato e rimase in vigore fino all' uscita del testo ufficiale della Regione Piemonte. Ora che sono passati circa dieci anni e rileggo quel testo mi accorgo che si discosta pochissimo da quello prodotto dalla Regione Piemonte, segno che già allora avevamo fatto un buon lavoro, per questo devo un ringraziamento al dott. Rovetti che mi ha procurato il materiale cartaceo dal quale sono stati estrapolati gli argomenti e tutti i volontari di allora che hanno seguito con infinita pazienza ed attenzione un corso che per la prima volta toccava argomenti sconosciuti e tecniche mai provate prima."

Ernesto Callegari



CORSI DI PRIMO SOCCORSO AZIENDALE AI SENSI DEL D.M. 388/2003

La Croce Blu Italia organizza corsi di primo soccorso aziendale e corsi di aggiornamento dei lavoratori per aziende a rischio BASSO, MEDIO e ALTO.

Tali corsi vengono svolti secondo le prescrizioni del D.M. 388/03 e del D. Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza).

Per informazioni e preventivi riguardo a questi corsi occorre rivolgersi alla segreteria dell'Associazione.


FORMAZIONE RIVOLTA ALLA POPOLAZIONE

Tra gli scopi statutari della Croce Blu Italia vi sono le attività di educazione sanitaria, sensibilizzazione e formazione rivolte alla popolazione.

Per questa ragione, lo staff fomativo dell’associazione organizza incontri e corsi di formazione rivolti alle scuole, alle associazioni, ai comuni con la finalità di educare e sensibilizzare la popolazione nei confronti del primo soccorso.

Vengono organizzati, a titolo esemplificativo:

- Corsi per le scuole materne, per permettere ai bimbi in età prescolare di familiarizzare con la realtà del l’ambulanza
- Corsi di primo soccorso rivolti a scuole primarie, secondarie e superiori
- Corsi rivolti alla popolazione per conto di comuni e associazioni

Per informazioni riguardo a questi corsi occorre rivolgersi alla segreteria dell'Associazione.




Accesso all'Area Formazione
Croce Blu Italia © 2010-2017
Login